Tormalina verde taglio fancy

Colori in libertà! Non esistono solo i diamanti…

I colori ci affascinano, sono l’essenza della gioia e della vita, li troviamo ovunque intorno a noi e sono fonte di benessere.

Anche chi afferma di amare solo il bianco in realtà ama l’insieme di tutti i colori che lo formano. Lo stesso nero può essere uno sfondo per esaltarli o un inaspettato protagonista.

Esistono infinite pietre dai colori più incredibili, il taglio le trasforma in gemme.

Nel precedente articolo vi ho parlato dei diamanti colorati, veri capolavori della natura, ma non sono le uniche gemme capaci di stupirci. Rubini e zaffiri, tormaline e opali, berilli e granati ci regalano colori mozzafiato. A volte sono talmente rari da costare più dei diamanti!

Un anello con un magnifico zaffiro e diamanti

Il blu favoloso di zaffiro da sogno.

Magnifico anello rubino e diamanti

Un rubino di rara bellezza

Come per le cose più belle sono le piccole differenze a creare la magia. Basta una traccia di cromo o ferro per trasformare un corindone in un rubino infuocato o in uno zaffiro blu come il mare.

Altre volte sono le imperfezioni nella crescita della pietra che diffrangono la luce in tutti i suoi colori come per questo opale nero.

Un opale nero con i colori dell'arcobaleno

Un opale nero con tutti i colori dell’arcobaleno

Il fascino dei preziosi va oltre i “classici”, ogni qualche decennio nuove scoperte ci sorprendono con minerali dai colori favolosi.

Una tormalina paraiba verde neon

Le tormaline Paraiba sono famose per il loro colore “luminoso”

Tanzanite blu perfetta

Una tanzanite dal taglio perfetto – Photo courtesy of Tiffany & Co.

Cinquant’anni fa in Tanzania è stata trovata una varietà di zoisite con un colore unico. Battezzata Tanzanite da Tiffany è oggi è una delle pietre più ambite anche grazie a una sua caratteristica ottica particolare che muta il colore da blu a viola in base al punto di vista.

La regione brasiliana del Paraiba ci regala invece le omonime tormaline: scoperte trent’anni fa sono diventate rapidamente l’oggetto del desiderio di collezionisti e gioiellieri per il colore incredibilmente luminoso. Esistono in molte tonalità, dal blu turchese al verde e il loro fascino deriva dalla luce che sembrano avere al proprio interno!

Negli anni i prezzi di queste gemme sono cresciuti esponenzialmente grazie alla loro rarità e bellezza.

Questa è solo una piccola panoramica delle infinite meraviglie che possiamo trasformare in gioielli.

 

L’ultimo ma non meno importante aspetto riguarda l’uso di queste gemme come investimento: attenzione a chi vi suggerisce l’acquisto prospettandomi guadagni stratosferici.

Queste pietre incrementano il loro valore ma la loro quotazione è svincolata da qualunque listino. Il periodo necessario per avere congrue soddisfazioni può diventare molto lungo e spesso richiede cospicui investimenti su pezzi davvero rari.

Ecco perchè la consulenza di un professionista preparato è indispensabile per gestire correttamente la parte “preziosa” del vostro patrimonio.

Se vi è piaciuto questo articolo e desiderate leggerne altri seguite il mio blog.

Paolo Genta

L’importanza della sensualità

Scrivere di sensualità non era certo nei miei progetti quando alcuni mesi fa ho iniziato la collaborazione con Benessere Patrimoniale.

L’obbiettivo era lavorare con professionisti di settori diversi per formare un gruppo di esperti orientati alla consulenza patrimoniale.

Si è rivelata un’esperienza stimolante che, attraverso il confronto, sviluppa e arricchisce le mie conoscenze.

Con piacere ho trovato persone che usano in settori molto diversi tra loro le stesse sensibilità necessarie per creare gioielli originali. La sensualità invece è stata una sorpresa!

Pensare alle forme femminili per disegnare un gioiello non solo è naturale ma ne determina il successo:

serve per trarre ispirazione dalla loro armonia, da ciò che per istinto troviamo bello.

Sensualità e provocazione

Questo  archetipo, potente e radicato in noi da sempre, si trova in tutti gli aspetti della nostra vita.

Tuttavia un conto è percepire la sensualità, un altro è saperla descrivere, individuare ed interpretare.

Nei secoli gli artisti hanno sempre attinto a questa fonte per creare magnifici capolavori.

Questo collegamento mi appariva meno evidente nell’architettura.  Grazie al lavoro di Rossella Dellavalle, pubblicato come progetto Angie En – Architettura Sensuale, ho scoperto un modo nuovo per guardare il mondo architettonico che ci circonda.

Vorrei condividerlo con voi tramite un articolo di Rossella, diviso in tre parti e pubblicato su Benessere Patrimoniale:

Il potere delle forme: la donna e l’Architettura Sensuale“: Parte 1Parte 2Parte 3

Buona lettura e fatemi sapere le vostre impressioni.

Paolo Genta