La nostra storia

La ditta Coronado nasce a Torino il 9 settembre 1999 per trasformare la passione del titolare per la gemmologia, le pietre preziose e i minerali in un’attività professionale ed appagante, mettendo contemporaneamente a frutto le precedenti esperienze fatte presso diversi gemmologi e negozi del settore.

La passione per le pietre da collezione ha permesso lo sviluppo di una sensibilità particolare per ognuno degli  aspetti che la natura ha racchiuso nelle gemme, portando la scelta su pietre di elevata qualità e unicità, senza trascurare, ovviamente, la loro commerciabilità.

La formazione professionale è maturata anche tramite le numerose fiere internazionali seguite negli anni (Tucson, Hong Kong, Basilea, Monaco), dove il costante contatto con i migliori tagliatori e designer di gioielli ha permesso una miglior comprensione dei limiti e delle potenzialità delle singole gemme per la creazione di un gioiello davvero unico.

Lo sbocco naturale è stato quindi il settore dell’ingrosso per poter interagire con aziende orafe che volessero realizzare in Italia i gioielli tanto ammirati all’estero, fornendo nel contempo pietre che non fossero assolutamente confondibili con la produzione di serie.

L’evoluzione

Attraverso un’attenta selezione dei collaboratori la ditta Coronado ha formato una catena di fornitori e artigiani che, in pochi anni, ha permesso l’apertura al settore privato per fornire un servizio che accorciasse il più possibile la filiera.

Questa filosofia ha portato ad offrire pietre uniche, sfere di minerale per i collezionisti, gioielli disegnati per il cliente e costruiti sulla pietra scelta, oltre a fornire un servizio di consulenza e analisi per soddisfare meglio la clientela.

Tramite la collaborazione con aziende di Valenza, Vicenza  e Anversa si è sviluppato il settore della gioielleria in diamanti per poter offrire oggetti eleganti con pietre di elevata qualità a prezzi concorrenziali e diversi da quelli comunemente reperibili nelle gioiellerie.

Verso la fine del 2007 le prime avvisaglie della crisi hanno portato la ditta Coronado a cercare nuovi sbocchi, sempre nel settore dei preziosi, che le permettessero di sopravvivere al periodo decisamente buio che si prospettava all’orizzonte.

Nuovi orizzonti

Grazie all’esperienza maturata in campo finanziario il nuovo sbocco è stato individuato nella riclassificazione del diamante da bene di lusso a bene rifugio e da investimento.

Dopo un 2008 di transizione e il terrificante biennio 2009 – 2010, i diamanti hanno soddisfatto le aspettative permettendo alla ditta Coronado di crescere e consolidare la posizione sul mercato, stabilendo, nel 2011 e nel 2012, due record consecutivi di fatturato.

Il 2013 e il 2014 hanno visto il consolidamento della quota di mercato e l’apertura a nuovi clienti alla ricerca di valide alternative per i loro investimenti ormai poco remunerativi.

Per questo successo dobbiamo ringraziare i clienti che, negli anni, ci hanno accordato la loro fiducia e che speriamo di aver sempre soddisfatto in modo professionale ed efficiente.